Cerca
 cerca informazioni o persone
 

Progetti di ricerca interdisciplinari

Oltre all’attività individuale di ricerca, i membri della Scuola di Studi Internazionali hanno intrapreso o partecipato a una serie di progetti di ricerca, caratterizzati in particolar modo da un taglio interdisciplinare. La SSI ha intrapreso e finanziato tre specifici progetti di ricerca interdisciplinare, riconducibili al più ampio tema “Cambiamento istituzionale, crescita economica, e sviluppo sociale”.

Per le descrizioni dettagliate dei progetti e dei risultati si rimanda alla versione inglese del sito.

Cambiamenti e Riforme nel modello di crescita cinese

Docenti SSI: Luigi Bonatti, Andrea Fracasso, Paolo Rosa
Assegnista di ricerca: Peng Bin

La Crisi dell’Unione Europea: fra integrazione transnazionale e disintegrazione nazionale

Docenti SSI: Luisa Antoniolli, Matteo Borzaga, Gustavo Corni, Giorgio Guido Fodor, Sara Lorenzini, Carlo Ruzza, Jens Woelk
Assegnista di ricerca: Umberto Tulli

Analisi giuridica della gestione della crisi economica e finanziaria nell’Unione europea

Docenti SSI: Antonino Alì, Giorgio Guido Fodor, Marco Pertile
Assegnista di ricerca: Chiara Sisler

BeneLex - Benefit sharing for an equitable transition to the green economy (ERC starting grant project)

Il progetto 'BeneLex' indaga le dimensioni concettuali e pratiche dell'equa condivisione dei benefici nella transizione verso un' "economia verde",compreso il ruolo e le limitazioni di questo concetto nell'assicurare giustizia ed equità nell'identificazione e nell'allocazione dei beni, l'uso sostenibile di risorse naturali, e la produzione di conoscenza. Il progetto cerca di migliorare la comprensione dello sviluppo di obblighi e modi della condivisione dei benefici in diversi ambiti della giurisprudenza internazionale (biodiversità, alimentazione ed agricoltura, oceani, corsi di acqua, cambio climatico) e le intersezioni con la giurisprudenza internazionale sui diritti umani. Al livello locale - la parte del progetto che si svolge a Trento - il progetto cerca di identificare le sfide legati alla condivisione dei benefici per popoli indigeni e communità locali, rispetto a settori diversi ed in diversi regioni del mondo. In questa vena, il progetto include studi di caso in Grecia, Sud Africa, Namibia, Argentina e Malasia.

L'equipe BeneLex, sotto la guida della PI Prof.ssa. Elisa Morgera, è basata al Strathclyde Centre for Environmental Law and Governance in Scozia, Regno Unito. 

Workshop 

Global Perspectives on Fair and Equitable Benefit-Sharing" (BeneLex Workshop - October 15th-16th, 2018)

Elisa Morgera, intervistata da Louisa Parks, delinea le diverse aree del diritto internazionale che riguardano la ripartizione dei benefici e riflette sulle importanti interconnessioni tra biodiversità internazionale e diritto internazionale dei diritti umani.

Louisa Parks, intervistata da Elsa Tsioumani, illustra i risultati dei 'case study' a livello locale in tutto il globo nell'ambito del progetto BeneLex - quali sono i problemi comuni che queste comunità locali hanno dovuto affrontare quando si sono occupati della condivisione dei benefici? Questi problemi comuni hanno qualche riverbero a livello internazionale?

Elsa Tsioumani, intervistata da Elisa Morgera, delinea le sue ricerche sulla ripartizione dei benefici legati alla terra, al cibo e all'agricoltura. Descrive le sue conclusioni sul Trattato Internazionale sulle Risorse Genetiche Vegetali per l'Alimentazione e l'Agricoltura e le correlate disposizioni sulla ripartizione dei benefici riguardanti gli scambi di sementi tra agricoltori che sono cruciali per la biodiversità.

Voto anti-sistema e integrazione economica 

Il progetto si propone di studiare, utilizzando metodi empirici, l’eventuale connessione tra l’ascesa di partiti politici con connotazioni ‘anti-sistema’ e la crescente dell’integrazione economica con paesi europei ed extra-europei. Nello specifico, facendo riferimento ai risultati elettorali delle elezioni parlamentari italiane e di altri paesi europei, si valuterà se i partiti anti-sistema abbiano sistematicamente riscosso un maggior consenso elettorale nelle regioni più direttamente coinvolte nel processo di integrazione economica e più colpite dalla recente crisi.

Docenti SSI : Mauro Caselli, Andrea Fracasso, Carlo Ruzza, Stefano Schiavo
Assegnista di ricerca: Silvio Traverso

Caselli M, Fracasso A, and S. Traverso 2018 "Globalization and electoral outcomes. Evidence from Italy", DEM Working  paper 2018/7 and EconPol Working Paper 10, May 2018

La politica commerciale dell'UE nelle guerre civili e in altri casi di sovranità contestata: una prospettiva di diritto internazionale (co-finanziato da Trentino Sviluppo)

I casi di sovranità contestata toccano i principi cardine sui quali il concetto di statualità e il funzionamento stesso della comunità internazionale si fondano, ovvero il principio in forza del quale, a livello internazionale, solo l'autorità governativa rappresenta legittimamente la popolazione situata sul territorio di uno specifico Stato. La situazione di illegittimità, reale o percepita, esistente in alcuni contesti territoriali, tuttavia, potrebbe mettere in discussione la legittimità/legalità delle relazioni economiche intrattenute con le entità responsabili della situazione di illegittimità stessa.Tenuto conto di questo scenario complesso, il progetto intende investigare il processo di formazione della politica commerciale europea nei casi di sovranità contestata, applicando un metodo induttivo, i.e. basato sull'analisi della prassi dei principali attori e valutando la coerenza della politica dell'Unione Europea alla luce delle norme di diritto internazionale ed europeo. Dette questioni e le loro possibili soluzioni saranno al centro delle attività di disseminazione che saranno svolte durante il progetto, in partnership con Trentino Sviluppo, una società costituita dalla Provincia Autonoma di Trento il cui scopo è quello di favorire lo sviluppo sostenibile dell'economia locale. Il team di ricerca organizzerà una serie di seminari e incontri con gli imprenditori locali e le società, con l'obiettivo di colmare il divario esistente tra gli operatori professionali e l'accademia.

Docenti SSI : Marco Pertile, Antonino Alì, Andrea Fracasso
Assegnista di ricerca: Sondra Faccio
Assegnista di ricerca: (sino a Dicembre 2017) Vito Todeschini

Science, Technology and International Relations (STERI) 

Leading team: Paolo Foradori, Stefano Schiavo
Assegnista di Ricerca: Georgios Glouftsios

The STERI project originates from the cognizance that in the complex and globalized contemporary world, the increasingly close relationship between scientific-technological and social knowledge requires greater and deeper integration between academic fields that can no longer remain distinct and impermeable to mutual cooperation. The pervasive use of technologies in today’s societies requires increasing attention toward such issues as scientific knowledge, technology production and control, and research and development. At the same time, political-social, cultural, and economic dynamics have a profound impact on the development of knowledge and scientific progress as well as its technological applications. The nexus between science and society is particularly stringent in the context of international affairs, here considered from multiple dimensions, including social, political, legal, economic and security.

Precedenti progetti di ricerca 

The global virtual-water network: social, economic and environmental implications (Progetto FIRB)

Coordinatore Locale: Stefano Schiavo
Docenti SSI : Stefano Schiavo, Andrea Fracasso, Marco Pertile
Assegnista di ricercaMartina Sartori, Paolo Turrini

This is a multidisciplinary project that studies the main drivers and consequences of international virtual water flows. Virtual water is the water virtually embodied in all commodities, so that the exchange of goods represents a way to transfer water from water-rich countries to water-scarce ones, and therefore can enhance water efficiency at a global level. The research activity carried out at the SIS aims at identifying the main economic and legal determinants of virtual water flows, and their impact on global water efficiency.

CLIMAWARE (Change Impacts on Future Availability of WAter REsources and Hydro-Geological Risks (progetto di Ateneo, in collaborazione con il DICAM, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica) 

Docenti SSI Andrea Fracasso, Marco Pertile, Stefano Schiavo

Assegnisti di ricercaPaolo Turrini, Martina Sartori

The INTL-UNI Project (Progetto della Commissione Europea)

Coordinatore locale: Catherine Riley

In the process of internationalisation, universities are faced with new challenges and opportunities for maintaining and improving the quality of their programmes. Students and lecturers alike form much more heterogeneous groups than ever before, speaking a wide spectrum of languages and representing a wide spectrum of cultural backgrounds in what may be termed the Multilingual and Multicultural Learning Space (M&MLS). This three-year EU funded project aims to identify ways of addressing these challenges and making the most of the opportunities to eventually produce a series of quality criteria for international programmes.

Differences, migration, integration: education to citizenship in the age of legal pluralism (funded by Fondazione Cassa di Risparmio Trento e Rovereto - Caritro)

Assegnista di ricerca: Serena Tomasi

The project is carried out with the synergic contributions of the Faculty of Law (Centro di Ricerche sulla Metodologia Giuridica, CERMEG, of the University of Trenti), local Istituti Scolastici Comprensivi and Centro Intercultura della P.A.T.
The research focus on the working out of an original model of argumentation & education in the context of the current law and values’ pluralism. The aim is to enhance intercultural dialogue and stimulate - since the first cycle of tuition - those skills required to get acknowledged with European and transnational sources of law, as well as being able to play an active citizenship, suited to the needs of the local school scenario.
In addition, the project aims at developing a tool fostering key competences in the European context of the qualifications for life-long learning, related to self-fulfilment, active citizenship and social cohesion. The use of fundamental argumentation techniques will enable first cycle students to learn concepts and sources of law (local, national, European and international) and, above all, develop cognitive skills in data analysis (legal, political, social) in the evaluation of controversial situations, in clear and proper presentation of individual requests, in reducing aggressive attitudes. The project also includes meta-didactic exercise in class.

The SPEAQ Project

Coordinatore locale: Catherine Riley

The general aim of this two-year EU funded project is to connect the three key quality stakeholders: teacher, student and quality manager in order to share and enhance quality assurance practice in higher education and ultimately foster a quality culture. At a local level the project focused on a student-driven project to enhance the educational experience of international students, and as a consequence also national students by enhancing information an communication channels at all levels and between all stakeholders.

The Structure and Growth of World Trade and the Role of Europe in the Global Economy (assegno di ricerca intitolato alla memoria del Prof. Ferdinando Targetti, Fondazione Banca Intesa San Paolo)

Responsabile: Stefano Schiavo
Assegnista di ricerca: Shamnaaz Begum Sufrauj

The project aims at investigating the growing interdependency of social and economic relationships among world countries using a network approach. It proposes a simple stochastic model of network formation and evolution, to describe the structure and dynamic properties of international trade, and uses it as a benchmark against which to test the performance of each country.

Dottorato in Studi Internazionali alla SSI

Il Programma di Dottorato in International Studies ha la missione di formare Dottori di Ricerca capaci di competere a livello internazionale per prestigiose posizioni in ambito accademico e in organizzazioni internazionali. 
Gli obiettivi formativi del Dottorato di Ricerca includono:

  • la comprensione degli approcci teorici su cui si fondano le discipline alla base degli Studi Internazionali (la scienza economica, giuridica e  politica
  • la capacità di utilizzo degli strumenti analitici e di ricerca empirica propri delle discipline fondanti gli Studi Internazionali;
  • la conoscenza degli strumenti necessari per sottoporre progetti di ricerca a commissioni scientifiche anche non universitarie, per presentare in pubblico i risultati di una ricerca, per inviare articoli e recensioni alle riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Di conseguenza, il corso di dottorato ottempera alla necessità di favorire una formazione interdisciplinare che vede strettamente integrate la conoscenza degli approcci teorici e quella degli strumenti empirici, favorendo nello studente lo sviluppo di una capacità di riflessione critica sui cambiamenti del sistema internazionale anche attraverso la verifica empirica delle proposizioni teoriche. Il dottorato prevede corsi obbligatori durante il primo anno e verifiche scritte ed orali.
Aree Scientifiche:
Politica economica internazionale, Politica europea, Integrazione economica e monetaria, Diritto internazionale, Diritto del lavoro internazionale e della Unione Europea, Commercio internazionale e sviluppo economico, Diritto dell'Unione Europea, Studi comparati di diritto, Diritto penale internazionale, Criminalità transnazionale, Politiche pubbliche dell’Unione Europea, Politiche pubbliche comparate, Multilevel Governance, Costruzione della pace e risoluzione del conflitto.
Il Programma, di durata triennale, è aperto a cittadini di ogni paesi in possesso di un titolo di studi in discipline connesse agli studi internazionali.