L'Ateneo promuove il miglioramento continuo della qualità dei corsi di studio, della ricerca, della terza missione e delle strutture didattiche.

L’assicurazione della Qualità, descritta dettagliatamente a livello d’Ateneo nelle pagine dedicate, promuove un’osservazione nel tempo dei risultati della formazione, della ricerca e della terza missione utilizzando gli strumenti previsti dal sistema AVA (autovalutazione, accreditamento e valutazione del sistema universitario italiano).

Assicurazione Qualità della Didattica

Al fine di migliorare l'organizzazione, l'offerta e i risultati dell'attività didattica, gli Organi del Centro individuano, nell'ambito del sistema di Assicurazione Qualità, i docenti responsabili per il monitoraggio dello svolgimento delle attività didattiche,  per la segnalazione agli organi competenti di situazioni critiche e  la formulazione di eventuali proposte di soluzione e per la predisposizione della documentazione prevista dal processo di riesame per ciascun corso di studio (Scheda di monitoraggio annuale,  Rapporto di riesame ciclico e Scheda Unica Annuale).

Le opinioni degli studenti sugli insegnamenti e il loro gradimento sono indispensabili nel processo di autovalutazione. I docenti, i gruppi di riesame dei corsi di studio e le commissioni paritetiche docenti-studenti possono così individuare interventi di correzione mirati ed avviare il miglioramento della qualità della didattica.

Assicurazione Qualità della Ricerca e della Terza missione

Ricerca

Il Centro attua la propria politica per l'assicurazione della qualità aderendo al sistema di qualità dell'Ateneo, sia per la ricerca che per la didattica, secondo le disposizioni legislative e le indicazioni dell'ANVUR.
Al Centro competono - oltre alle attività didattiche - anche attività di ricerca nel campo degli studi internazionali, europei e di area, favorendo l'insegnamento e la ricerca di natura interdisciplinare.
Al fine di garantire la qualità della ricerca, il Centro nomina un Delegato per la Qualità cui si raccorda il Delegato per la Ricerca e il Delegato per le attività di Terza Missione della SSI.
Al fine di incentivare una ricerca di qualità e di rafforzare il profilo scientifico della SSI, il Centro adotta la prassi di co-finanziare assegni, sulla base della disponibilità delle risorse, e in collaborazione con altre strutture di Ateneo e Enti di ricerca esterni, come stimolo alla progettazione e alla produttività scientifica.
Il Centro ha inoltre implementato attività di attrazione di fondi esterni a supporto di attività di ricerca, quali:
Call per sostenere dal punto di vista accademico e amministrativo candidature a Bandi European Commission Marie Sklodowska-Curie Individual Fellowship Scheme
collaborazione con la Divisione Supporto alla Ricerca di Ateneo e realizzazione di una newsletter mensile relativa alla pubblicazione di bandi di finanziamento di progetti di ricerca di possibile interesse.
 
Inoltre, a partire dal 2018, il Centro sta sperimentando una nuova modalità di distribuzione dei fondi di ricerca individuali, che prevedono una quota premiale legata alla produttività scientifica.
 
Il Centro, tramite il Delegato alla Ricerca, nell'ambito dei piani di sviluppo del Centro e dei piani strategici di Ateneo, ha realizzato periodicamente una ricognizione dei macrotemi di interesse e individuato le aree di concentrazione della ricerca inter- e multidisciplinare, così da favorire e indirizzare l'attività collaborativa, come riportato nella preposta pagina del web.
Il Direttore e il Delegato alla Ricerca offrono su base mensile, nell'ambito delle Comunicazioni al Consiglio, informazioni relative ai risultati della ricerca e alle opportunità di accedere a finanziamenti esterni.
Al fine di incentivare una ricerca di buona qualità, il Centro monitora l'attività individuale e collettiva della ricerca, discutendo collegialmente i risultati della ricerca e degli sforzi di progettazione, i problemi riscontrati e la strategia per il futuro in occasione dell'incontro annuale di auto-valutazione e progettazione strategica detto "Clausura" (normalmente in giugno).
Il Centro monitora la produttività scientifica dei membri del collegio docenti del dottorato in International Studies, in funzione dei parametri stabiliti dal MIUR e da ANVUR per l’accreditamento dei corsi di dottorato.
 

Terza Missione

Nell’ambito della Terza Missione la Scuola di Studi Internazionali promuove attivamente una serie di iniziative di disseminazione delle attività di ricerca condotte dagli afferenti verso un pubblico non specialistico. 
Oltre a Conferenze, Workshops di ricerca, e altri eventi pubblici, la Scuola organizza una serie di Guest Lectures, incontri settimanali tenuti da studiosi di fama internazionale e Conversations with professional practitioners, incontri con practitioners  che operano in importanti organizzazioni internazionali. 
L’insieme delle attività volte a promuovere l’integrazione tra la Scuola di Studi Internazionali e la cittadinanza trentina e a stimolare l’approfondimento e il dibattito su temi che, nonostante la dimensione transnazionale, hanno impatto sulla vita quotidiana delle persone, è raggruppata sotto il marchio “Orizzonti Internazionali: Dialoghi su Attualità e Affari Internazionali”. 
Sotto questo cappello vengono proposti un ciclo di incontri su temi di attualità internazionale, e un blog curato dai docenti afferenti alla SSI che, dal 2016, fornisce ai lettori riflessioni sui principali eventi di attualità internazionali. Il blog è ospitato sul sito di un quotidiano locale.  
Numerosi docenti forniscono il proprio contributo tramite interviste su stazioni radio e televisive locali e nazionali.
 
Oltre alla continuazione delle attività di cui sopra, la SSI si impegna a realizzare in futuro ulteriori attività a cavallo tra la disseminazione dei risultati della ricerca e la terza missione.
Si è inoltre costituito un network di partners per ricerca e terza missione (CEPS, EURAC, FBK-IPLAB, IAI, ISPI, Trentino Sviluppo).
Vengono inoltre incentivate le attività di partecipazione a comitati per la definizione di standard e la valorizzazione del territorio, e le attività di orientamento e interazione con le scuole superiori (cicli di seminari, presentazione dell’offerta formativa, career day).
La SSI inoltre collabora con CEPS (Centre for European Policy Studies, Bruxelles) nell’ambito  dell’Integrated Programme in European Policy Studies (IPEPS), programma realizzato a Bruxelles per introdurre gli studenti di Laurea Magistrale al mondo della policy in Unione Europea. 

Nel sistema di Assicurazione Qualità della Ricerca e Terza missione è prevista la compilazione periodica dei seguenti documenti/banche dati:

  • la SUA-RD, ossia la Scheda Unica annuale della Ricerca Dipartimentale
  • il Rapporto di riesame
Organizzazione per l’Assicurazione Qualità

Sono coinvolti nel processo di Assicurazione della Qualità (AQ) il Coordinatore di ciascun Corso di Studio, responsabile della supervisione dell'andamento delle attività didattiche e del monitoraggio del livello dei servizi offerti agli studenti. Il Coordinatore interagisce con gli organi competenti per l'AQ ed, in particolare, con il Gruppo di autovalutazione. Quest’ultimo svolge un costante monitoraggio delle iniziative realizzate e dei risultati prodotti, anche mediante la predisposizione della Scheda di monitoraggio annuale e la redazione, quando ritenuto opportuno o quando prescritto, del rapporto di riesame ciclico.

Attori del sistema di assicurazione qualità previsti dal Centro:

Direttore

Il Direttore coordina le politiche didattiche e scientifiche del Centro e opera per la loro attuazione, ha la rappresentanza del Centro, presiede il Consiglio e la Giunta e cura l’esecuzione delle loro delibere.

Vai alla pagina dedicata al Direttore della SSI.

Delegato per la Qualità

Il Delegato per la Qualità promuove il miglioramento continuo della Qualità della Didattica, della Ricerca e della Terza Missione del Centro, anche garantendo un continuo confronto tra l'Ateneo e il Centro relativamente alle iniziative di assicurazione della qualità.

Vai alla pagina dedicata ai Delegati SSI.

Consiglio di Centro

É l’organo collegiale del Centro ed è responsabile per l’assicurazione della qualità.
Consiglio di Centro

Commissione Paritetica docenti-studenti (CPDS)

La CPDS è costituita a livello di Struttura Accademica con la maggiore rappresentanza possibile di studenti dei Corsi di Studio a essa afferenti. É incaricata di monitorare l'offerta formativa e la qualità della didattica, di individuare indicatori per la valutazione dei risultati e di formulare pareri sull'attivazione e la soppressione di corsi di studio.
La Commissione Paritetica Studenti-Docenti

Coordinatori dei Corsi di Studio

Sono i referenti per la progettazione, la revisione del Corso di Studio (CdS) e responsabili della compilazione della scheda SUA-CdS, della schede di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico dei CdS. Devono esercitare un’efficace azione di monitoraggio in merito all’andamento dei CdS, curando l’esecuzione di quanto previsto in sede di riesame, anche in ordine a una periodica revisione degli obiettivi formativi dei CdS, alla verifica del raggiungimento degli obiettivi proposti e intervenendo in maniera tempestiva quando si presentino problematiche.
I Coordinatori dei Corsi di studio attivati presso la SSI sono:

Corsi di laurea magistrale

Gruppi di Autovalutazione

Sono i principali protagonisti del processo di autovalutazione dei corsi di studio, in quanto rappresentano gli attori diretti della messa in atto del processo di riesame. Procedono alla stesura della scheda di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico, garantendo il monitoraggio del CdS e intervenendo in caso di criticità con appropriate azioni di miglioramento.

Gruppi di autovalutazione

Comitato di Indirizzo

Il Comitato é chiamato a svolgere le seguenti funzioni:

  • valutare la coerenza dei programmi di studio con i profili culturali in uscita;
  • fornire elementi in merito alle effettive potenzialità occupazionali dei laureati e alle competenze ritenute più rilevanti nei settori di riferimento;
  • esprimersi sulla congruità degli obiettivi formativi dei Corsi di studio con gli sbocchi occupazionali previsti, sulla efficacia dell’offerta formativa realizzata in relazione agli obiettivi formativi individuati, nonché sulla opportunità di integrare l’offerta formativa con attività didattiche o extradidattiche utili a fornire gli studenti le competenze necessarie a inserirsi e realizzarsi nel mondo del lavoro.

I membri del Comitato potranno altresì fornire utili indicazioni in termini sia di monitoraggio (rafforzando così l’accountability della struttura verso l’esterno), sia di indirizzo in occasione di revisioni del programma formativo dei Corsi di Studio.

Cinzia Alcidi Center for European Policy Studies (CEPS), Bruxelles
Andrea Bianchi Graduate Institute of International and Development Studies, Ginevra 
Anna Biondi International Labour Organisation (ILO), Ginevra
Gianni Bonvicini Istituto Affari Internazionali (IAI), Roma
Roberto Busato Confindustria Trento, Trento
Alda Cappelletti INTERSOS, Roma
Giulia Chiarel Rappresentanza della Regione Tirolo-Alto Adige-Trentino a Bruxelles, Bolzano
Mario Del Pero Paris School of International Affairs (SciencesPo), Parigi
Raffaele Farella Servizio Attività Internazionali della Provincia di Trento, Trento
Gianfranco Incarnato Ministero degli Affari Esteri, Roma
Camilla Lunelli Gruppo Lunelli, Trento
Massimo Nicolazzi Istituto per gli Studi Politici Internazionali (ISPI), Milano
Valentina Piffer GECT "EUREGIO Tirolo - Alto Adige - Trentino", Bolzano
Alessandra Proto Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD), Parigi
Mario Raffaelli Centro per la cooperazione internazionale della Provincia di Trento, Trento
Alice Rubini Consolato d’Italia, Canton, Cina
Stefano Scuratti Economist Intelligence Unit Consulting, Singapore
Alice Valdesalici EURAC, Istituto di Studi Federali Comparati, Bolzano

Rappresentati degli studenti

I compiti principali dei rappresentanti degli studenti consistono nel riportare osservazioni, criticità e proposte di miglioramento in merito al percorso di formazione e verificare che sia garantita la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

La partecipazione degli studenti è prevista in tutti i gruppi di autovalutazione e nella Commissione Paritetica docenti-studenti.
I rappresentanti degli studenti

Segnalazioni e ricorsi

Nell'ottica del miglioramento continuo nell'organizzazione dell'attività didattica della Scuola di Studi Internazionali, gli studenti e le studentesse possono inviare segnalazioni/suggerimenti al fine di contribuire all'individuazione e alla soluzione di problematiche nella qualità dei servizi didattici o di supporto.

Le segnalazioni possono riguardare anche fatti o comportamenti ritenuti inappropriati, rispetto ai quali, garantendo la riservatezza sarà condotta un'adeguata verifica.

La responsabile della gestione di segnalazioni/suggerimenti o ricorsi presso la Scuola di Studi Internazionali, dott.ssa Rosalia Amico darà notizia allo studente/alla studentessa del modo in cui sono stati trattati la segnalazione/suggerimento o il ricorso e dei tempi di risposta previsti.

Lo studente/la studentessa che riscontri un problema inerente la sua carriera accademica, deve innanzi tutto informare/contattare i rappresentanti degli studenti, per verificare se la questione può essere affrontata a questo livello, eventualmente chiedendo che venga sottoposta all’attenzione del Consiglio della SSI.

Lo studente/la studentessa, qualora ritenga che del suo problema debba essere investito un membro del corpo docente, può rivolgersi, in ordine:

- al Coordinatore del suo Corso di Studio (prof. Matteo Borzaga per il MEIS, prof. Marco Pertile per il MISS);

- se ritiene che il problema non riguardi direttamente il suo Corso di Studio, ma tematiche più generali della didattica, al Delegato alla didattica;

- se ritiene che il problema sia di particolare gravità o non riguardi direttamente la didattica, al Direttore della SSI.

Eventuali istanze dovranno essere inviate all'indirizzo segnalazioni.studenti.sis [at] unitn.it (segnalazioni.), utilizzando il modulo qui disponibile.

Si precisa che i dati personali forniti saranno raccolti e conservati ai soli fini della procedura volta alla gestione della segnalazione e/o del ricorso, garantendo la riservatezza e nel rispetto delle disposizioni di cui al d.lgs. n. 196/2003.

Si evidenzia inoltre la presenza a livello d’Ateneo dei seguenti organismi di garanzia:

  • Il Garante degli Studenti, figura istituzionale di riferimento per gli studenti, nonché nei loro rapporti con i docenti e con il personale tecnico-amministrativo
  • Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere e contro le discriminazioni, che opera per promuovere e tutelare le pari opportunità e il benessere lavorativo e organizzativo di tutto il personale dell’Ateneo
  • La Consigliera di fiducia chiamata a prevenire, gestire e aiutare a risolvere casi di mobbing e di molestie sessuali che vengono portati alla sua attenzione e che hanno luogo nell'ambiente di lavoro o di studio

--------------------------------

Invitiamo a inviare segnalazioni e suggerimenti relativi all’assicurazione qualità: sis [at] sis.unitn.it