Cerca
 search for information or people
 

Il riconoscimento dei crediti ottenuti all'estero è effettuabile solo previa ricezione da parte di Unitrento  del "Transcript of Records", ovvero l’attestato finale delle attività didattiche rilasciato dall’Università straniera che certifica come superati (con attestazione di voti e crediti) gli esami sostenuti in Erasmus. Deve esistere perfetta coincidenza tra Learning Agreement ed eventuali Changes e il Transcript of Records.

La data ultima per la registrazione dei crediti in carriera è il 30 settembre. È cura dello studente informarsi presso l’Università ospitante sui tempi di rilascio del Transcript of Records.

Condizioni imprescindibili per il riconoscimento

Sulla base della durata della mobilità, gli studenti devono ottenere un numero minimo di crediti (riportati nel Transcript of Records), pena la restituzione della borsa di studio. 

Numero di mesi

Numero di giorni

CFU minimi

3

fino a 90

6

4-5-6-7

da 91 a 210

12

8-9-10

da 211 a 300

24

11-12

da 301 a 360

30

 

L’esame superato all’estero è riconoscibile qualora il relativo programma:

  • sia riconducibile ad uno dei corsi impartiti presso la SSI;
  • non corrisponda a quello di un esame già superato presso la SSI;
  • appartenga all’offerta didattica ‘graduate’.

Riconoscimento dei crediti di lingua straniera

I crediti dei corsi di lingua svolti all’estero sono riconoscibili come crediti di laboratorio linguistico qualora prevedano una prova finale e il livello dell'esame sostenuto all'estero sia almeno B2. I corsi di lingua svolti all’estero dallo studente devonofar parte del Learning Agreement e del Transcript of Records.

Riconoscimento dell'attività di ricerca per tesi di laurea svolta all'estero

L’attività di ricerca per tesi viene riconosciuta registrando in carriera i crediti previsti dal Regolamento didattico del MEIS/MISS per la prova finale come crediti acquisiti in mobilità Erasmus. Al suo rientro il laureando dovrà presentare:

  1. una certificazione rilasciata dal docente dell’Università ospitante che conferma lo svolgimento dell’attività di ricerca per tesi;
  2. una relazione dettagliata sull’attività di ricerca svolta all’estero corredata da una nota a firma del relatore che confermi che la ricerca ha prodotto risultati proficui.

Riconoscimento dell'attività di ricerca per tesi di dottorato svolta all'estero

I dottorandi devono svolgere all'estero attività di ricerca su uno specifico progetto, approvato dal Coordinatore del Dottorato, previo accordo dell’Istituzione ospitante a seguire il dottorando durante il periodo di permanenza. Al suo rientro il dottorando dovrà presentare:

  1. una relazione dettagliata sull’attività di ricerca svolta all’estero,
  2. una nota a firma del supervisor che confermi che la ricerca ha prodotto risultati proficui.